IL TERRITORIO È NOSTRO ALLEATO

Le terre di Matilde di Canossa fra storia e tradizione

Barbaterre si situa all’interno del suggestivo scenario delle terre matildiche, area collinare tra Parma e Reggio Emilia, che unisce un’inconfondibile lascito storico ad un paesaggio di ricchezza ambientale unica. È una terra che ha mantenuto un legame saldo e duraturo con la contessa Matilde di Canossa, la cui eredità si può misurare nei numerosi castelli e manieri presenti ancora oggi, testimonianze della centralità politica e religiosa di questi luoghi durante il Medioevo.

I numerosi castelli, alcuni ridotti a ruderi altri ancora intatti, sono la prova dell’influenza che Matilde di Canossa esercitò e del potere che riuscì a mantenere per lungo tempo su questo territorio. Il castello di Canossa, quello di Rossena ed il castello di Bianello, quest’ultimo nei pressi di Barbaterre, sono il lascito visibile di un piccolo regno che ebbe intorno all’anno Mille una stagione di potere e influenza uniche.

Vigneti

Le nostre vigne trovano collocazione su suoli a predominanza calcarea e argillosa, ricchi in sostanze minerali e ben esposte a sud su rilievi contraddistinti da pendenze rilevanti. Queste caratteristiche si uniscono ad un microclima peculiare contraddistinto da una ventilazione costante e buona escursione termica per far sì che le uve maturino in modo regolare e uniforme.

Coltiviamo quasi dieci ettari di vigneti in cui sono presenti varietà tradizionali delle colline reggiane come lambrusco grasparossa, salamino e malbo gentile, così come il marzemino, da sempre ospite gradito in queste zone. Alcune varietà alloctone come pinot nero, cabernet sauvignon e sauvignon blanc si sono adattate perfettamente al terroir locale e sono diventate parte integrante di Barbaterre.

L’uliveto

Gli ulivi si situano nelle immediate vicinanze della cantina. La conduzione segue le stesse pratiche di agricoltura biologica che adottiamo per le nostre uve.

L’olio prodotto si caratterizza per essere biologico e non filtrato, di categoria superiore ottenuto direttamente dalle diverse varietà presenti (Leccino, Casaliva, Maurino, Pendolino e Urano) e unicamente mediante procedimenti meccanici con estrazione a freddo. L’olio è ottenuto selezionando i frutti migliori con una spremitura che avviene subito dopo la raccolta manuale, senza nessun ulteriore intervento; possiede un valore di acidità naturale molto basso, che ne garantisce l’elevata qualità. Il sapore è fruttato con un aroma fresco e fragrante di oliva matura.

Vino del mese

Capés

  • Cabernet Sauvignon
    dell’Emilia
Il Capes è un interpretazione personale e territoriale di un vitigno onnipresente in ogni angolo del mondo. Fresco, equilibrato fra trama tannica e sapore fruttato…
marchio-barbaterre

Le persone

``Quello che conta è il rispetto per la natura e per la terra perché solo così si può fare un vino che sia insieme musica, armonia, piacevolezza``. Luigi Veronelli

Dedizione, semplicità e trasparenza.

Così riassumiamo in tre vocaboli l’essenza di Barbaterre, che si rispecchia fedelmente anche nel carattere di Franco, vignaiolo e anima della cantina. Con impegno e costanza il suo obiettivo è trasferire questa essenza, anno dopo anno, nelle bottiglie che si producono qui a Barbaterre.